Normativa Italia

Assicurazione per Droni: come sceglierla

di Redazione

Pilotare droni è un’attività appassionante, ma che richiede anche il rispetto delle regole che garantiscano la sicurezza di tutti; perciò, proprio come nel caso delle auto, per pilotare dispositivi che pesino più di 250 grammi, servono un patentino e un’assicurazione che copra eventuali danni a cose e persone.

Le compagnie assicurative offrono polizze pensate appositamente per i velivoli remoti, che prendono in considerazione i maggiori fattori di rischio. Prima fra tutte la possibilità di una caduta accidentale o di una perdita di controllo del drone da parte del pilota, che possa danneggiare il dispositivo o proprietà altrui.

Alcune polizze coprono anche la possibilità di furto, smarrimento o attacco informatico contro droni da parte di malintenzionati.

Chiaramente, a seconda degli scenari coperti, il costo dell’assicurazione potrà variare da una media minima di 800 euro fino a cifre che vanno intorno ai 3000 euro. In ogni caso, proprio come per le auto, nessuna assicurazione coprirà danni subiti o provocati da droni che non rispettino le regole dell’aria.

La scelta dell’assicurazione dipende dall’utilizzo specifico del drone; i rischi associati all’utilizzo di droni in agricoltura ad esempio, non saranno gli stessi di chi li impiega per la fotografia o per il volo sportivo.

Nel leggere le condizioni delle polizze, che generalmente troviamo sui siti delle maggiori compagnie assicurative, è inoltre fondamentale vedere se esse includono tutti gli scenari di volo e le operazioni che intendiamo effettuare con i dispositivi.

Se infatti anche la copertura assicurativa più basilare pone il drone a norma di legge, sottoscrivere la polizza sbagliata potrebbe portare a brutte sorprese in caso di incidente.

Per chi è intenzionato a portare con sé il proprio drone in viaggio, è necessario verificare che l’assicurazione copra voli anche su territori diversi da quello italiano. Alcune compagnie assicurative ad esempio, potrebbero coprire solamente voli negli Stati membri dell’EASA.

Si consiglia sempre di valutare più polizze e di capire quale sia quella che incrocia le esigenze future del pilota, in modo da garantire sempre la sicurezza del volo.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati