Sport

Coppa Italia Fpv: Prima Tappa al cardiopalma

di Redazione

La prima tappa della Coppa Italia Fpv, Campionato di riferimento del drone racing in Italia, è stata una gara al segno dell’emozione, con nuove promesse che hanno dimostrato grande talento, veterani della coppa in difficoltà e un vincitore che arriva da una spettacolare rimonta dal Redemption Bracket.

Il primo appuntamento per i racer d’Italia, si è tenuto il 23 e il 24 marzo all’Airone Club di Marigliano (NA), dove le piste e il vento hanno messo alla prova i piloti in gara. La prima giornata è stata dedicata al girono di qualifica, che ha visto una prima classifica emergere dai tempi di tre giri di individuali di ciascun pilota sulla pista. Da questa classifica, sono emersi i primi 14 contendenti per la fase di “Doppia Eliminazione”, mentre dal 15° in poi si sono sfidati in una gara “Bump up” per decretare il 15° e il 16° posto per la gara della seconda giornata. Al vincitore di questa fase, Alessandro “FQNAlex” Gabriellini, è stato assegnato un premio distinto.

Come previsto dal regolamento del CSI (Centro Sportivo Italiano), ogni la tappa a “Doppia Eliminazione” della Coppa Italia vede gruppi di quattro piloti alla volta sfidarsi in delle heat ossia delle gare di velocità in cui i droni Fpv volano insieme attraverso diversi anelli ed ostacoli. Ciascun pilota cerca di totalizzare il miglior tempo, arrivando per primo al traguardo senza saltare o colpire gli ostacoli.

I primi due classificati di ciascuna heat, procedono alla gara successiva della cosiddetta “Winner’s bracket”, fino alla semifinale. Gli ultimi due di ogni gara invece, hanno una seconda chance nella “Redemption bracket“, dove i primi due di ogni scontro hanno ancora la possibilità di arrivare in semifinale. I primi due classificati di questa gara, possono contendersi la finale con i vincitori della Winner’s bracket.

Questo è proprio il caso del vincitore della prima tappa, Filippo “Geek” Sciamanna (di casa BFC – Badside Fligth Camp, squadra Black Frog), che a causa di un primo schianto e di una serie di errori nella gara otto era finito nel Redemption bracket, solo per poi proseguire con una rimonta che lo ha portato in finale, dove si è aggiudicato il primo posto sul podio grazie alla vittoria di due round della gara finale.

Decretare il vincitore non è stato facile, infatti il vincitore del primo round viene solitamente nominato “Ace” e vince solo se riuscirà ad aggiudicarsi un’altra vittoria. Ma anche se Geek si era distinto con il primo round, gli altri occupanti del podio, il “padrone di casa” Federico “Barong” Sorrentino (squadra Mastini FPV) e il racer di casa DFR Luca “Beks” Bacchiocchi (squadra DRF – Drone Racing Fano), hanno conteso il primo posto fino all’ultimo, dopo dei percorsi di gara davvero interessanti.

Si distingue per una grande lucidità e prontezza di riflessi l’esordiente assoluto Saverio “Sav” Scopetta (DFR – Reparto Corse), di soli quindici anni, che è arrivato fino alla semifinale Winner’s Brachet, riuscendo a confrontarsi con “mostri sacri” quali Paolo “Finz” Ponzo (Team GACE), che ha superato in classifica nella race 6.

Sono state molte le heat in cui si è combattuto fino all’ultimo anello, come nella race 11, che ha visto un testa a testa molto serrato tra Finz e Geek.

Insomma, questo primo appuntamento con la Coppa Italia Fpv ha riservato diverse emozioni e si prospetta l’inizio di una stagione di gara davvero eccitante per gli appassionati di racing.

Ora non resta che attendere la prossima tappa, il 27 e 28 aprile presso il campo volo di Drone Racing Fano.

A questo link è possibile vedere la versione integrale della tappa.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 03/28/2024

Articoli correlati