Normativa Italia

Cosa sono gli Obiettivi di Sicurezza Operativa (OSO)?

di Redazione

La seguente tabella elenca gli Obiettivi di Sicurezza Operativa (OSO) comuni per garantire operazioni UAS sicure. E’ basata sulla consapevolezza di molteplici esperti e rappresenta un solido punto di partenza per stabilire gli obiettivi di sicurezza richiesti per una operazione specifica. Le autorità competenti possono stabilire ulteriori OSO per una determinata operazione e il relativo livello di robustezza.

Nella tabella, O indica Opzionale, L indica consigliato con Bassa priorità, M indica consigliato con Media priorità, e H indica consigliato con Alta priorità.

Gli Obiettivi di Sicurezza Operativa sono raggruppati in base alla minaccia che aiutano a mitigare, quindi alcuni OSO possono essere ripetuti nella tabella.

OSOProblema tecnico con l’UAS  SAIL   
  IIIIIIIVVVI
1Assicurarsi che l’operatore sia competente e/o provatoOLMHHH
2UAS prodotto da entità competente e/o comprovataOOLMHH
3UAS mantenuti da un’entità competente e/o comprovataLLMMHH
4UAS sviluppato secondo standard di progettazione riconosciuti dalle autoritàOOOLMH
5UAS è progettato considerando la sicurezza e l’affidabilità del sistemaOOLMHH
6Le prestazioni del collegamento C3 sono appropriate per l’operazioneOLLMHH
7Ispezione dell’UAS (ispezione del prodotto) per garantire la coerenza al ConOpsLLMMHH
8Le procedure operative sono definite, convalidate e rispettateLMHHHH
9Equipaggio remoto addestrato e aggiornato e in grado di controllare la situazione anomalaLLMMHH
10Recupero sicuro da problemi tecniciLLMMHH
Deterioramento dei sistemi esterni a supporto del funzionamento degli UAS
11Sono in atto procedure per gestire il deterioramento dei sistemi esterni che supportano il funzionamento degli UASLMHHHH
12L’UAS è progettato per gestire il deterioramento dei sistemi esterni che supportano il funzionamento degli UASLLMMHH
13I servizi esterni a supporto delle operazioni UAS sono adeguati all’operazioneLLMHHH
Errore umano
14Le procedure operative sono definite, convalidate e rispettateLMHHHH
15Equipaggio remoto addestrato e aggiornato e in grado di controllare la situazione anomalaLLMMHH
16Coordinamento multi-equipaggioLLMMHH
17L’equipaggio remoto è pronto per operareLLMMHH
18Protezione automatica dell’inviluppo di volo dall’errore umanoOOLMHH
19Recupero sicuro da errore umanoOOLMMH
20È stata eseguita una valutazione dei fattori umani e l’HMI è stato ritenuto appropriato per la missioneOLLMMH
Condizioni operative averse
21Le procedure operative sono definite, convalidate e rispettateLMHHHH
22L’equipaggio remoto è addestrato per identificare condizioni ambientali critiche ed evitarleLLMMMH
23Condizioni ambientali per operazioni sicure definite, misurabili e rispettate  LLMMHH
24UAS progettato e qualificato per condizioni ambientali avverseOOMHHH


Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 11/29/2023

Articoli correlati