Articoli

Di-Pegasus: Drone delivery made in Emilia-Romagna

di Redazione

Dopo il Veneto, anche l’Emilia-Romagna parte con la sperimentazione del suo network di drone delivery con il progetto Di-Pegasus. L’acronimo sta per Digital Competitive Next Generation Aviation Technologies for Sustainable Business Models, Products and Services, un nome che esplicita i diversi obiettivi che intende ottenere grazie all’implementazione delle tecnologie di droni a decollo e atterraggio verticale (VTOL).

Di-Pegasus è il frutto della fatiche di EuroUsc Italia, società di consulenza specializzata in servizi per la mobilità aerea avanzata, che collabora con ben 13 partner, attivi in 8 paesi in un progetto di più ampio respiro finanziato dall’Unione Europea.

Quello in Emilia Romagna è il primo caso di studio italiano, mirato a presentare la fattibilità e le difficoltà nell’ambito della consegne di merci attraverso flotte di droni. Il progetto inizierà con la distribuzione dalle zone industriali e periferiche verso micro-hub centrali nelle città.

Secondo le stime dei partner del progetto, il network di drone delivery sarà attivo nei cieli dell’Emilia-Romagna entro il 2026 e i risultati ottenuti saranno valutati attraverso focus group e sondaggi rivolti alle parti interessate, oltre che agli utenti finali.

Un elemento centrale del progetto è lo sviluppo di una piattaforma digitale per valutare la fattibilità dei nuovi modelli di business derivanti dall’uso di queste tecnologie. La piattaforma prenderà in considerazione vari indicatori, come la sostenibilità dei costi, la creazione di posti di lavoro, il risparmio di emissioni e le modalità di investimento. Saranno esaminati anche la conformità normativa, la sicurezza e l’accettazione pubblica, nonché l’impatto sociale, economico e ambientale degli spostamenti.

EuroUsc Italia e i suoi partner italiani Deep Blue, Rina Consulting SpA, Interconsulting Engineering srl e l’Istituto Trasporti e Logistica, stanno lavorando per definire un processo che permetta all’innovazione di avanzare in armonia con il consenso delle comunità coinvolte. Questo impegno è cruciale per il successo del progetto Di-Pegasus e per la futura integrazione dei droni nel settore delle consegne, rendendo la tecnologia non solo efficace, ma anche accettata e sostenibile.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 06/10/2024

Articoli correlati