Medicina

Droni per il trasporto medicale, effettuata una missione dimostrativa a Grottaglie

di Redazione

Nell‚Äôambito della seconda edizione del¬†Mediterranean Aerospace Matching (MAM24), tenutasi a Grottaglie (TA) lo scorso 20, 21 e 22 marzo, √® andata in scena una missione dimostrativa di trasporto medicale con droni che ha collegato l‚Äôaeroporto ‚ÄúMarcello Arlotta‚ÄĚ al porto della citt√† di Taranto, in circa trenta minuti.

La rotta, di 17 chilometri, √® la pi√Ļ lunga che sia stata mai testata per il trasporto di una capsula contenente materiale medicale. A lavorare sulla riuscita di questa missione dimostrativa sono stati la start up ABzero¬†e la PMI¬†EuroUSC Italia, con il coordinamento e la collaborazione della¬†Polizia di Stato¬†e della¬†Marina Militare di Taranto,¬†all‚Äôinterno dell‚Äôedizione 2024 di¬†Drones Beyond.¬†

La missione dimostrativa è partita dalla base aeroportuale, dove l’elicottero della Marina Militare ha consegnato la Smart Capsule progettata da ABzero contenente il materiale medicale. La capsula è stata successivamente agganciata al drone che, dopo essere decollato, ha percorso in pochi minuti la rotta urbana e marina, preautorizzata da ENAC. Sorvolando l’insenatura del Mar Piccolo, ha raggiunto l’area portuale dove un mezzo della Polizia di Stato ne ha curato la consegna finale verso il presidio ospedaliero, in totale sicurezza. La missione dimostrativa ha efficacemente dimostrato l’intermodalità della soluzione sviluppata e l’operabilità di sistemi UAS (Unmanned Aircraft System) integrati, come la capsula intelligente di ABzero. Il volo è stato condotto in modalità automatica BVLOS (volo non a vista) grazie all’applicazione mobile connessa sviluppata dalla start up, con monitoraggio da remoto del pilota.

A rendere la consegna dei beni biomedicali rapida e clinicamente sicura è stata la tecnologia sviluppata da ABzero: la Smart Capsule, infatti, è dotata di speciali sensori per il mantenimento della temperatura, del ph, dell’umidità e dell’emolisi del sangue. La capsula è in grado di trasportare beni urgenti come un farmaco salvavita o sacche di sangue, ma in futuro sarà adibita anche al trasporto di organi. 

‚ÄúL‚Äôattivit√† svolta durante il MAM24 √® di estrema importanza per tutto il settore dell‚ÄôAdvanced Air Mobility”, ha dichiarato Giuseppe Tortora, CEO e founder di ABzero. “√ą stata dimostrata la fattibilit√† di coprire rotte oltre i 15 km attraverso la Smart Capsule che, in aggiunta alla strumentazione tradizionale, ha permesso di operare il volo BVLOS in totale sicurezza con la supervisione di piloti remoti, offrendo un sistema ridondante, robusto e affidabile. L‚Äôattivit√† svolta oggi apre le porte alle tecnologie per il delivery medicale attraverso droni salvavita e ad alto impatto sociale”.

A occuparsi di preparare la documentazione necessaria per ottenere l’approvazione di ENAC per il volo, conformemente alla regolamentazione vigente è stata EuroUSC Italia, società di consulenza leader in Italia in materia di regolamentazione e sicurezza nel settore dei droni. In particolare, ha fornito supporto nella redazione del manuale delle operazioni, ha condotto un’analisi approfondita del rischio secondo la metodologia SORA e ha verificato che tutta la documentazione fosse conforme ai requisiti normativi. 

‚ÄúOttenere l‚Äôautorizzazione per un volo a lunga distanza, fondato su procedure innovative e complesse, √® una dimostrazione tangibile della possibilit√† di impiegare la tecnologia dei droni in ambiti critici come il trasporto di materiale medico”, ha dichiarato Sara Molinari,¬†Safety&Compliance Engineer di¬†EuroUSC Italia. “Questa demo ci ha concesso l‚Äôopportunit√† di evidenziare che, attraverso un‚Äôanalisi dei rischi accurata e meticolosa, √® possibile realizzare operazioni estremamente complicate e aprire la strada a nuove soluzioni innovative”.

Atterraggio porto di Taranto

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 04/02/2024

Articoli correlati