Medicina

ENAC – Croce Rossa Italiana, firmato protocollo d’intesa a sostegno della sanità

di Redazione

Droni per il trasporto di medicinali, materiale sanitario e nuove tecnologie per le emergenze: la collaborazione tra l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) e la Croce Rossa Italiana si sviluppa attraverso il protocollo di intesa firmato dai rispettivi presidenti, Pierluigi Di Palma e Francesco Rocca. Grazie a questa intesa, saranno avviati servizi dedicati all’emergenza sanitaria per potenziare l’azione di prevenzione e soccorso. Verranno utilizzate nuove tecnologie per il trasporto, come aeromobili a pilotaggio remoto per medicinali, attrezzature sanitarie e defibrillatori.

L’ENAC prosegue il suo impegno verso la realizzazione di una mobilità di servizio e l’accordo con la Croce Rossa Italiana ne è un passo ulteriore“, ha commentato il Presidente ENAC Pierluigi Di Palma. “Garantire lo sviluppo e il supporto ai servizi di delivery della Croce Rossa a sostegno del sistema sanitario italiano, attraverso l’utilizzo di velivoli a controllo remoto, proietta sempre di più l’ENAC verso un futuro, ormai prossimo, fatto di sfide per migliorare la qualità della vita di tutti. Un ulteriore tassello della visione ENAC che mira a consegnare alle nuove generazioni un sistema di servizi integrato, ecosostenibile e a impatto zero, grazie alla mobilità aerea urbana e avanzata al servizio del cittadino e della società civile“.

Durante i tre anni di durata del protocollo, ENAC e Croce Rossa si impegnano a promuovere attività di reciproco interesse, tra cui sperimentare consegne istituzionali con l’utilizzo di droni, sviluppare una road map per la sperimentazione ed esecuzione di missioni operative con operatori autorizzati dall’ENAC, attivare corsi, conferenze e altri eventi per il trasferimento di competenze scientifiche e tecnologiche, realizzare simulazioni ed esercitazioni, e promuovere progetti e iniziative a livello regionale, nazionale, europeo o internazionale.

Da tempo abbiamo messo in atto una sfida importante: per salvare vite umane ed essere sempre più efficaci nel fornire risposte in emergenza, ma anche nei servizi ordinari“, ha dichiarato Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana. “Grazie all’utilizzo di droni delivery di ultima generazione configurati ad hoc per la CRI e all’importante protocollo siglato con ENAC, potremo raggiungere in brevissimo tempo luoghi remoti, colpiti da calamità naturali o difficilmente raggiungibili e consegnare in tempi prima impensabili farmaci salvavita, sangue o tamponi. Ma non solo: oltre 150 anni fa la nascita della Croce Rossa ha dato vita a una rivoluzione, quella dell’umanitarismo moderno. Ecco perché, già da oggi, vogliamo guardare al domani, affidarci alle nuove tecnologie, riscrivendo il futuro del soccorso“.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati