Ispezione e sopralluoghi

Il Gruppo ENAV diventa primo operatore “GENERIC” di droni in Italia

di Redazione

Il Gruppo ENAV sta continuando a implementare i servizi per lo sviluppo del settore dei droni. Oltre alle attività di D-Flight, che si occupa della realizzazione dello U-Space in Italia, uno spazio aereo dedicato ai droni, un’altra società del gruppo, Techno Sky, sta diventando un fornitore di servizi utilizzando i propri droni per specifiche attività di monitoraggio e controllo delle infrastrutture dedicate alla navigazione aerea presenti in alcuni aeroporti.

Techno Sky, responsabile della gestione e manutenzione del hardware e software degli impianti e sistemi utilizzati per l’erogazione dei servizi di assistenza al volo, ha da tempo investito nel settore dei droni senza equipaggio per garantire, all’interno dell’offerta del gruppo, una serie di servizi a valore aggiunto da dedicare al mondo aeroportuale complesso.

La società è stata riconosciuta come operatore UAS (sistemi aerei senza equipaggio) e ha ottenuto la prima autorizzazione operativa “GENERIC” in Italia lo scorso 8 luglio, dopo un percorso di successo intrapreso con il regolatore ENAC. Questa autorizzazione permetterà ad ENAV di eseguire con i propri droni ispezioni periodiche delle infrastrutture a terra utilizzate per le procedure di avvicinamento agli aeroporti e per gli atterraggi di precisione tramite ILS (Instrument Landing System).

In questo modo, Techno Sky avrà la possibilità di eseguire i ground check anche in condizioni di volo BVLOS (oltre la linea visiva) garantendo il servizio sia di giorno che di notte presso tutti gli aeroporti civili italiani dotati di questi impianti, senza incidere sui flussi di traffico e mantenendo sempre i massimi standard di sicurezza.

Il servizio è diventato operativo presso l’aeroporto di Torino Caselle e rappresenta l’inizio di un percorso che vedrà ENAV, tramite la controllata Techno Sky, pronta a fornire il servizio in altri sei aeroporti del Nord Italia.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati