Attualità

In volo verso il futuro, tra sfide e opportunità

di Redazione

Il 2023 è stato un anno di grandi annunci. Da Parigi a Roma, da Milano a Singapore, il settore dei droni e della mobilità aerea avanzata sta vivendo un fortissimo fermento. La tecnologia è pronta, la normativa EASA è ora pienamente applicabile e gli addetti ai lavori scalpitano per poter trasformare le sperimentazioni in servizi operativi sia nei settori più tradizionali sia nel campo della mobilità e del trasporto. Man mano che si avvicinano le date di lancio dei servizi, però, si manifestano preoccupazioni, vere o presunte, che rischiano di far slittare la partenza delle attività pianificate.

Il 2024 deve essere l’anno della concretezza e della realizzazione delle promesse. I timori vanno affrontati con razionalità, basandosi su fatti oggettivi e coinvolgendo tutti i portatori di interessi. In questa fase non possiamo permetterci brusche frenate. Il convegno 2024 dell’Osservatorio Droni e Mobilità Aerea Avanzata si svolgerà mercoledì 28 febbraio, dalle ore 9.45 alle ore 13.15, e porterà evidenze empiriche e dati utili a discernere tra preoccupazioni irrazionali e aree di lavoro per lo sviluppo del settore. Sarà possibile partecipare all’evento in presenza, presso l’Aula De Carli del Campus Durando di Milano, o seguire la diretta in live streaming. La partecipazione è gratuita previa iscrizione al seguente link: Droni e Mobilità Aerea Avanzata: in volo verso il futuro, tra sfide e opportunità (osservatori.net).

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati