Medicina

Medicina: testato il trasporto di un defibrillatore con drone

di Redazione

Si susseguono i test per integrare la tecnologia dei droni all’interno delle attività ospedaliere, con diverse iniziative mirate al trasporto ematico o medicinale, ma studi più recenti stanno dimostrando anche la loro efficacia negli interventi in emergenza.

È questo il caso dell’ultimo testo portato avanti dal progetto Seuam (Sanitary Emergency Urban Air Mobility) di Sis118 presso Altomonte, in provincia di Cosenza, dove è stata effettuata una prova di trasporto di un defibrillatore da drone.

Lo scenario dell’ultima esercitazione ha visto la simulazione di un attacco cardiaco nel paese ed ha visto il drone ed un’ambulanza partire contemporaneamente per rispondere alla chiamata. Il defibrillatore più vicino si trova nel paese di Lugro a circa 10 km. Il drone è riuscito a portare il defibrillatore a destinazione in solamente 3 minuti e 18 secondi ed ha poi fornito alle persone sul posto istruzioni tramite un contatto telefonico diretto con un infermiere da remoto, anticipando l’ambulanza di circa 12 minuti.

Una simile esercitazione ha permesso di misurare in maniera affidabile la riduzione dei tempi di risposta nel soccorso in scenari come questo.

Mario Balzelli, presidente di Sis118 ha condiviso con entusiasmo i risultati del test, sottolineando come nello scenario di un attacco cardiaco ogni minuto può influire sulle possibilità di sopravvivenza del paziente. Tenere i tempi di intervento sotto i 4 minuti aumenta la probabilità che questo abbia successo fino al 70%.

Un dato significativo considerato i quasi 60 000 casi annuali di decessi dovuti ad attacchi cardiaci. L’integrazione dei droni nel trasporto di defibrillatori ed altri strumenti di soccorso salvavita, potrebbero fare la differenza per molte persone, specialmente quelle che si trovano in aree più isolate.

La piena integrazione degli UAS nelle procedure d’emergenza è ancora una lunga strada, ma test come questi muovono dei passi importanti, per una tecnologia al servizio della salute dei cittadini.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati