Attualità

Morphy: il drone flessibile per gli spazi stretti

di Redazione

La tecnologia dei quadricotteri ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, offrendo soluzioni innovative per molte applicazioni, ma, specialmente nel settore delle ispezioni, una criticità frequente è la difficoltà a manovrarli negli spazi ristretti. Per questo una delle linee di ricerca più interessanti nel settore è quella che cerca di dar vita a droni capaci di ritrarre i rotori o di flettersi o contrarsi per adattarsi ai luoghi più impervi.

Un team di ricercatori dell’Università Norvegese di Scienza e Tecnologia formato da Kostas Alexis, Morten Christian Nissov e Paolo de Petris, ha dato vita a Morphy, un prototipo dotato di bracci dell’elica flessibili, che permettono al drone di adattarsi a spazi stretti.

Una caratteristica preziosa, resa possibile dall’uso di giunti elastomerici stampati in 3D, che collegano i bracci dell’elica al corpo principale del drone, che fa sì che quando una delle eliche entra in contatto con una superficie rigida, il giunto permetta al braccio di piegarsi anziché rompersi.

Il prototipo è dotato di un sensore di effetto Hall 3D in ogni giunto, che misura la direzione e l’entità della piegatura, trasmettendo i dati al microprocessore a 8 core. Ciò permette al dispositivo di regolare quindi la spinta delle eliche per compensare la deformazione, mantenendo la stabilità del volo.

La capacità flettersi consente al Morphy di attraversare fessure sia orizzontali che verticali più strette del suo stesso corpo, aprendo nuove possibilità di utilizzo in ambienti complessi e difficili da raggiungere.

Il sistema inoltre, rende il drone molto più resistente agli impatti con eventuali ostacoli, garantendo l’integrità fino a 3 metri al secondo.

A differenza di altri dispositivi sperimentali che piegano i bracci delle eliche verso l’interno per passare attraverso spazi stretti tramite giunti meccanizzati, il drone Morphy adotta un approccio più semplice. Nella sua forma attuale, il drone pesa 260 grammi, è largo 252 millimetri e può volare per oltre 12 minuti e 30 secondi per ogni carica della batteria.

Oltre ai sensori di effetto Hall, il Morphy è dotato di telecamere ottiche e di profondità, che lo rendono particolarmente prezioso per le ispezioni.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 07/02/2024

Articoli correlati