Medicina

Regione Lazio apripista nel trasporto di farmaci con droni

di Redazione

La Regione Lazio sarà la prima regione in Italia a consegnare farmaci e medicinali agli ospedali con l’aiuto di droni. Lo schema di protocollo d’intesa tra la Regione Lazio e l’Ente Nazionale Aviazione Civile (ENAC) è stato approvato il 12 aprile, su proposta degli assessori ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio e Mobilità, Mauro Alessandri, e alla Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria, Alessio D’Amato. Questo protocollo promuove l’uso della Mobilità Aerea Avanzata (AAM), ovvero il trasporto di merci con l’uso di droni.

“Il Lazio è la prima Regione italiana ad avviare un progetto di questo tipo. Non c’è dubbio che la sfida del futuro si gioca ormai su nuovi concetti e modelli di mobilità urbana ed extra urbana. L’Advanced Air Mobility è in grado di introdurre una terza dimensione, quella aerea, per il trasporto di persone, merci e medicali, offrendo una valida alternativa alla mobilità terrestre, ormai fortemente congestionata”, hanno dichiarato Mauro Alessandri e Alessio D’Amato“Grazie a corridoi dedicati riusciremo a ottimizzare i tempi di viaggio riducendo consumi e emissioni, migliorando la qualità dell’aria della vita dei cittadini e rendendo gli spostamenti più affidabili. E questo, quando si parla di medicinali, significa salvare vite umane”.

L’obiettivo del protocollo, che sarà presto firmato dal Presidente Zingaretti, è stabilire una collaborazione strutturale tra la Regione Lazio e l’ENAC per la mobilità urbana. Prevede una prima fase di studio per lo sviluppo di un ambiente normativo, operativo e infrastrutturale per i servizi di Mobilità Aerea Avanzata nella regione. Saranno individuate le rotte aeree e le soluzioni infrastrutturali più idonee per l’utilizzo ottimale dei droni e dei veicoli elettrici, compreso la distribuzione di farmaci in caso di necessità. I primi voli potrebbero iniziare entro la fine dell’anno.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Articoli correlati