Normativa Italia

Regole ENAC: vietato volare vicino alle carceri

di Redazione

Tutti i piloti di droni temono le famigerate zone proibite (P) che compaiono sulle mappe di D-Flight; la loro violazione infatti comporta multe salatissime; di recente ad aree come quelle militari e aeroportuali si sono aggiunte quelle intorno alle carceri.

La versatilità dei velivoli remoti in termini di delivery, infatti, non è sfuggita a gruppi criminali, che li hanno utilizzati in diverse occasioni per introdurre in carcere oggetti illegali. Per far fronte a questo utilizzo improprio della tecnologia, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP), hanno concordato un nuovo regolamento che rende le aree circostanti gli istituti di pena zone proibite.

Questo potrebbe impattare imprese che effettuano rilievi LIDAR per topografia o edilizia nelle aree circostanti, ma anche per eventuali privati cittadini che abitino o operino nelle vicinanze di carceri. A meno che non si abbia un nulla osta da parte del DAP, infatti, non sarà possibile far volare alcun dispositivo a prescindere dalla classe d’appartenenza.

Per conoscere l’ampiezza delle zone proibite è possibile consultare il Portale D-Flight, come già avviene per ogni altra area dello spazio aereo soggetta a restrizioni, così da evitare ogni sorpresa.

Oltre a correre il rischio di multe, entrare accidentalmente in un’area vicina ad un Penitenziario potrebbe significare perdere il drone, visto che il DAP sta investendo nella creazione di reti di rilevazione e jamming di eventuali velivoli non autorizzati.

La necessità di includere le carceri tra le zone proibite ai droni era dibattuta già da tempo e ispira la riflessione sull’impatto che un utilizzo scorretto degli UAS può avere sui regolamenti generali, andando a pesare su tutti i piloti.

Un ulteriore promemoria dell’importanza di un volo responsabile e sicuro da parte di tutti gli utenti.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati