Trasporti

Sirius Business Jet: New York-Miami con un pieno di idrogeno

di Redazione

La Mobilità Aerea Avanzata sta cercando sempre di più integrare i velivoli a decollo verticale (VTOL) nelle tratte più comuni tra i viaggiatori, ma spesso tale scopo si scontra con il problema dell’autonomia delle batterie. Per ovviare a questa criticità la start-up svizzera Sirius ha presentato al pubblico un nuovo modello di drone per il trasporto persone: il Sirius Business Jet.

Capace di ospitare fino a tre passeggeri e un pilota, l’azienda l’ha definito il primo aeromobile VTOL al mondo a usare l’idrogeno liquido come carburante.

Solitamente i dispositivi a decollo verticale utilizzano alimentazione a batteria, ma ciò limita la velocità, la durata e la lunghezza delle tratte che possono coprire senza fare rifornimento.

Attraverso delle celle al combustibile, che sfruttano la reazione dell’idrogeno a contatto con l’ossigeno presente nell’aria presa dall’esterno, il Sirius Business Jet è in grado di caricare la batteria autonomamente, garantendo la possibilità di coprire in un solo viaggio 1150 miglia (circa 1851 km), abbastanza da raggiungere Miami da New York. Questo garantendo una velocità di crociera di 320 miglia orarie (circa 515 km/h).

Il modello di drone VTOL è attualmente in sperimentazione negli Stati Uniti e il produttore ambisce a metterlo sul mercato entro il 2025. Tuttavia si trova al momento ancora in attesa del via libera da parte della FAA, che al momento ha certificato un solo tipo di velivolo alimentato a idrogeno liquido.

Se la sperimentazione avesse successo, costruirebbe una svolta nel settore dei trasporti. L’idrogeno infatti produrrebbe come prodotto di scarto solamente acqua, riducendo drasticamente le emissioni inquinanti nel trasporto aereo.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Articoli correlati