Attualità

Sky Pixel & DJI: i vincitori della IX edizione

di Redazione

Si è conclusa il 19 marzo l’edizione 2024 del concorso Sky Pixel & DJI, la rassegna dedicata alla fotografia e videografia area che da nove anni mette in competizione i migliori artisti che integrano l’uso dei droni nella loro produzione.

L’appuntamento ha visto competere moltissimi partecipanti da tutto il mondo, con foto e video di altissima qualità.

A decretare i vincitori dei 79 premi in palio, il cui valore complessivo raggiungeva quest’anno il record di 200 000 dollari, una giuria d’eccezione composta da Wen Huang, (World Press Photo), Anne Farrar (National Geographic), Nan Li (Southern Weekly), Daniel Kordan (fotografo paesaggista pluripremiato), Michael Fitzmaurice (pilota e cameraman per il cinema), Xiaoshi Zhao (pilota e cameraman per il cinema), Bing Xi (pilota e cameraman per il cinema) e Brandon Li (regista cinematografico).

I vincitori del Grand Prize, ossia gli autori delle migliori opere in assoluto, sono Daolai, con il suo “Mongolian Yurt” che mostra delle jurte mongole sotto la neve, per la categoria Portraits e Luke Bredar che per la categoria Sport Video, con il dinamico filmato dello snowboarder Jon Krakauer tra le montagne innevate in “Haines Alaska“.

Ai due artisti del drone, spetteranno oltre 14 000 dollari, oltre a nuove attrezzature che includono un drone modello Inspire 3 per la categoria video e una Hasselblad X2D 100C per la fotografia.

Oltre ai due vincitori del Grand Prize, Sky Pixel premia i 10 vincitori delle singole categorie, che riceveranno un premio di 2 999 dollari e un DJI Mavic 3 Pro Fly More Combo. A color che sono giunti sul podio invece, spetteranno 399 dollari e un Osmo Mobile 6.

Tra le molte opere, meritano una menzione speciale “Fatigue Sleep” di Muhammad Amdad Hossain, che mostra le tristi condizioni di vita dei bambini che lavorano come battellieri presso Sadarghat in Bangladesh, “Sea Unicorn” di Franz Joseph Land, che ha seguito con delle splendide riprese aeree la vita dei Narvali nell’Artico.

Infine, vogliamo ricordare l’italiano Mauro Sciambi, sul podio con il video “The Stars of Rome“, che mostra vedute aeree della Città Eterna.

Quest’anno il concorso ha visto un’ampia partecipazione e un desiderio da parte degli artisti, di esplorare nuove frontiere di ciò che può essere espresso tramite foto e video, grazie a quel punto di vista privilegiato che viene offerto dai droni.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 03/19/2024

Articoli correlati