AttualitĂ 

Slovenia: droni in volo per riforestare il Carso

di Redazione

La Slovenia utilizzerĂ  un sistema di droni per riforestare il Carso dopo i devastanti incendi che lo hanno colpito nel corso dell’estate del 2022. Si tratta di una soluzione innovativa e, senza dubbio, vincente sia a livello di precisione/copertura del territorio, che di tempo necessario allo svolgimento dell’operazione. A dimostrarlo anche i numerosi casi di riforestazione tramite droni registrati nel mondo. “Abbiamo scelto questa soluzione a causa della presenza di zone poco accessibili, del terreno roccioso e in modo da non dover mandare personale in zone dove potrebbero esserci ordigni inesplosi della Prima Guerra Mondiale” ha dichiarato il capo del Servizio forestale Gregor Danev. Se questo strumento dovesse rivelarsi efficace, il governo prevede di “arruolarlo” tra i mezzi ordinari.

La scelta di questa metodologia è stata frutto di un concorso di proposte differenti proveniente da enti e istituzioni, tra le quali, a ottenere la meglio, è stata quella avanzata da Projekt O2, un’organizzazione croata specializzata nell’utilizzo dei droni per la riforestazione di diverse aree naturali. Saranno proprio loro a gestire questa operazione. Verranno piantati semi di acero campestre, di acero minore (o detto anche di Montpellier) e di tiglio, albero ‘simbolico’ per Lubiana, capitale della Slovenia. I semi saranno provvisti dell’humus necessario per la loro crescita. Si è, invece, deciso di non piantare pini neri in quanto altamente infiammabili e particolarmente soggetti agli attacchi di parassiti. 

Foto: Projekt O2

Riproduzione riservata Š 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati