Trasporti

Suzuki e Skydrive avviano la produzione di auto volanti

di Redazione

Si susseguono i progetti nel campo della Mobilità Aerea Avanzata, con l’annuncio di una nuova sperimentazione del campo delle auto volanti da parte della Suzuki Motor Corporation, in collaborazione con il gruppo tecnologico SkyDrive Inc.

L’accordo vedrà gli impianti della seconda azienda presso la città giapponese di Iwata, lanciare una filiera produttiva che creerà droni per il trasporto persone, pensati per aiutare la mobilità durante l’Expo 2025 di Osaka e per approdare successivamente nel mercato generale.

Il 6 marzo si è tenuta una cerimonia di posa del primo rivetto per augurare un funzionamento sicuro dell’impianto, per dare inizio al progetto.

Le auto volanti che verranno prodotte nello stabilimento, saranno dei dispositivi eVTOL (electric vertical take-off and landing) biposto, pensati per coprire brevi distanze. Il modello di drone si chiama SD-05 ed è in grado di trasportare fino a 500 kg e raggiungere un massimo di 100 km/h con un’autonomia di circa 30 minuti. Decollo e manovra, avvengono grazie a 8 eliche.

SkyDrive ha già all’attivo delle sperimentazioni con un modello simile, ma monoposto, in produzione dal 2020.
La collaborazione, per Suzuki, si inscrive in una più ampia strategia di impiego delle tecnologie elettriche, mirato a garantire la piena carbon neutrality dell’azienda di automotive entro il 2030.

Sebbene questa innovazione sia ancora limitate a tratte di breve durata, essa potrebbe contribuire sul lungo termine a decongestionare il traffico in punti nevralgici e a ridurre le emissioni di C02.

Il Giappone dunque, come l’Australia, si muove verso un futuro della mobilità che vede le soluzioni aeree avanzate in prima linea.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati