Attualità

Turchia, leader nell’esportazione di droni

di Redazione

La società turca Baykar ha ricevuto richieste di acquisto per i suoi droni da combattimento Bayraktar TB2 da 24 Paesi, inclusi alcuni stati europei e asiatici. Ad oggi, sono stati prodotti più di 400 Bayraktar TB2 e 20 esemplari del modello Bayraktar Akinci. L’azienda è in grado attualmente di produrre 200 Bayraktar TB2 all’anno, ma ha l’obiettivo di aumentare la produzione a 500 all’anno nel prossimo futuro.

Tra i Paesi che hanno acquistato i droni della Baykar, vi è anche l’Ucraina, che aveva precedentemente acquistato droni turchi prima della guerra con la Russia e ha continuato a farlo dopo. Il ministro della Difesa ucraino, Oleksii Reznikov, ha annunciato che Kiev e Ankara stanno lavorando a un piano per costruire uno stabilimento in Ucraina dedicato alla produzione di tali velivoli.

Il modello Bayraktar TB2 ha recentemente stabilito un nuovo record nella storia dell’aviazione turca, completando 500.000 ore di volo. È stato aggiunto all’inventario delle forze armate turche (TSK) nel 2014 e la domanda è aumentata al punto che il produttore ha una lista d’attesa di tre anni.

Baykar è un’azienda privata turca fondata nel 1986, inizialmente attiva nel settore automobilistico, mentre nel 2005 ha presentato il suo primo prototipo di drone. Il direttore tecnico Selcuk Bayraktar è il genero del presidente turco Erdogan.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati