Attualità

UK, droni impiegati per trasporto di farmaci chemioterapici

di Redazione

Il Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito ha annunciato che i pazienti affetti da cancro saranno i primi a beneficrivere l’utilizzo di chemioterapia fornita tramite droni, come parte di una nuova sperimentazione di trasporto aereo. Dopo molteplici ritardi burocratici, l’utilizzo di droni per trasportare farmaci chemioterapici sta per diventare una realtà.

L’Amministratore Delegato del National Health Service (NHS), Amanda Pritchard, ha spiegato che il primo utilizzo di droni avverrà sull’Isola di Wight. I farmaci verranno trasportati direttamente dalla farmacia della Portsmouth Hospitals University NHS Trust all’ospedale di Saint Mary, dove il personale li raccoglierà e poi li distribuirà ai pazienti dell’ospedale. L’utilizzo di droni nel trasporto di questi farmaci ridurrà i tempi di consegna da quattro ore a soli 30 minuti, il che rappresenta un importante miglioramento, poiché alcune dosi di chemioterapia hanno una breve durata di conservazione e quindi sono difficili da trasportare con altri mezzi. Inoltre, ogni consegna effettuata con i droni sostituirà almeno due viaggi in auto e un viaggio in hovercraft o traghetto, risparmiando emissioni di CO2.

Si tratta di uno “sviluppo straordinario per i pazienti affetti da cancro“, ha affermato Amanda Pritchard, che è certa che il National Health Service non si tirerà indietro di fronte a nulla per garantire che le persone ricevano le cure di cui hanno bisogno il più rapidamente possibile. Il Segretario alla Salute e all’Assistenza Sociale, Sajid Javid, ha aggiunto: “Voglio che l’Inghilterra diventi un leader mondiale nella cura del cancro e l’utilizzo della tecnologia più avanzata per trasportare farmaci tramite droni significa che i pazienti avranno un accesso più rapido e equo alle cure, indipendentemente da dove vivono“.

Riproduzione riservata © 2024 Dronespectremag

Aggiornato il 05/15/2024

Articoli correlati